LA GUERRA DOPO IL VIRUS... - ETTORE LEMBO NEWS

Title
Vai ai contenuti
La Guerra
dopo il virus:

quella strana propaganda di chi dice che non la vuole, ma chiude ogni porta alla pace.
Oggi informare diventa sempre più difficile, e chi si accinge a farlo, corre dei rischi non indifferenti.
Essere considerati complottisti, estremisti o altro, quando finisce bene, e'il minimo che possa capitare.
Fare invece propaganda, fornendo una tesi inequivocabilmente spacciata per certa e privandola di ogni contraddittorio, le tecniche sono tante, e' certamente più facile e si entra nelle grazie di colui che paga.
Lo abbiamo visto, negli ultimi due anni con il virus, che ha tormentati, terrorizzati, massacrati, divisi, con infinita propaganda, priva di seri contraddittori, atti a convincerci senza se e senza ma, che la ragione sta solo da una parte, e chi non e' convinto, con il ricatto, con l'obbligo e con la forza, si deve adeguare, o... Sottomettere?
Questo ha fatto sì che si potesse instaurare un "regime" che velatamente, ma non più di tanto, sospendesse o cancellasse ogni diritto costituzionale. "Stato di emergenza Nazionale".
Tuttavia il virus, trascinato a lungo nel tempo, doveva avere una fine.
Lo stato di tensione internazionale, che ha portato all'azione militare Russa in Ucraina, diventa un nuovo elemento per continuare, in Italia ed in Europa, quel processo positivo o negativo, il lettore giudicherà, messo in atto attraverso una accurata propaganda, che anche in questo caso non risparmia alcuno dei media, schierando una "armata" diremmo quasi invincibile, per distrarre e convincere le masse.
E, perché no, continuare  lo stato di emergenza che da sanitario, non previsto dalla costituzione, diventa di guerra, previsto dalla costituzione.
Difatti in poche ore il Virus, o Vairus come qualche sapiente ministro pronuncia, scompare, lasciando sgomenti virologi, scienziati, tuttologi ministri Speranzosi, che  immediatamente cercano di riciclarsi come tutori di pace, magari manifestando sotto le ambasciate.
E' la guerra, che un cattivo della terra ha provocato invadendo...
ha spazzato via il virus.
Una guerra che la propaganda ci fa vedere come imprevista, forzata, dove il cattivo e' uno ed i buoni sono gli altri.
Ma siamo proprio sicuri che questa guerra e stata improvvisa o...
Che strano, forse siamo  noi che non capiamo ma a nostro avviso, era stata abbondantemente annunciata, avvisata e con decisa richiesta di intervenire, negoziare per evitarla, proprio da parte del cattivo.
Forse qualcuno tra i buoni aveva interessi a fare la guerra?
Oramai tuttavia e tardi, il fuoco e acceso e la guerra e' scoppiata.
Ora bisogna fermarla.
I pompieri, in caso di incendio, usano degli estinguenti per spegnere il fuoco, o ... e' nostra strana impressione?
Non ci sembra che gettino benzina sul fuoco....
Così i buoni, gridano Pace, Pace, Pace...
"Mosca fuori da Swift" tuona il primo Ministro Italiano, che di "distensione" se ne intende, dal momento che sta distendendo gli Italiani...
Durante la presidenza americana di Barack Obama (dal 2009 al 2017) il braccio destro con una "delega" sulla politica internazionale era proprio Joe Biden. "Il presidente Obama mi manda nei luoghi dove lui non vuole andare", ha detto a febbraio 2014 quando arrivò a Kiev poco dopo la drammatica insurrezione popolare di piazza Maidan sedata nel sangue.
Forse bisognerebbe anche ricordare:
Biden e l'odio verso Putin
La famiglia Biden e i rapporti economici con l'Ucraina
Il caso Burisma Holdings
Trump, l'elezione e le fake news
L'Ucrainagate su Joe Biden
Biden e Zelensky, ultimo atto
Ma per carità, non vogliamo influenzare nessuno, chi desidera, approfondisca pure.
E, sempre per spegnere il fuoco, non dimentichiamo che appena qualche giorno fa, l'attuale presidente USA ha dichiarato che non vuole incontrare l'omologo Russo.
Chiudendo la porta in faccia ad ogni trattativa di pace.
Certo, qualcuno asserisce: Antonio Martino: "Il disastro di Joe Biden, non può essere il leader dell'Occidente".
Ma anche l'Europa, quella grande organizzazione di cui tanti si chiedono a che serve, oltre ad indebitate i popoli, ed a rendere impossibile la vita a gli europei, tutti fortemente nazionalisti, ad eccezione degli Italiani, e' pronta a gridare Pace, Pace, Pace...
Cattivo... arrenditi... Altrimenti ci arrabbiamo, anzi siamo arrabbiati, anzi ci arrabbiamo di più...
Che strano, il cattivo, non sembra proprio preoccuparsi, e va dritto per la sua strada... Altrimenti, che cattivo e'?
Ed intanto, con il fine di cercare una mediazione, un dialogo, un incontro, si annunciano sanzioni durissime contro il cattivone.
Ancora benzina sul fuoco?
Di sicuro nulla di tutto ciò sfugge all'InfoPropaganda di regime, che evidenzia le proteste davanti alle ambasciate, con le sfilate di Speranza, il ministro della salute... Accompagnato idealmente dalle varie rappresentanze di partiti di governo, ma anche di quella opposizione inesistente, che forse e' distratta anch'essa dalla propaganda?
Forse per "Solidarietà"?
Che strana parola, chissà cosa significa, perché Noi abbiamo un'idea diversa di questa parola oggi abusata e violentata...
Ma ne parleremo in un'altro capitolo.
Di sicuro la faccenda pone diversi aspetti e tanti quesiti.
Primo tra tutti:
Ma la pace chi la vuole?
Secondo noi, solo il cattivo, ma per evitare che qualcuno possa darci del "complottisti" vi mettiamo tutti i link che possono darvi informazioni pro e contro.
Intanto attendiamo che venga promulgata la nuova "emergenza dopo il virus sanitario quello di Guerra" così ...
(Ettore Lembo)
28/023/2022







Torna ai contenuti