UN LEGAME TRUMP -RUSSIA? - ETTORE LEMBO NEWS

Title
Vai ai contenuti
Clinton pago'
una società

per creare un legame Trump Russia?
Ciò che riporta Tgcom24, e che tanti attendo come "notizia" negli USA, e non solo, potrebbe aver influito sulle elezioni Presidenziali Americane?
Diventano strategiche certe azioni, quando la "competizione" non rispecchia la correttezza che dovrebbero avere?
Chissà se noi Italiani siamo immuni da queste cose ...
Per di più, nel caso delle elezioni del Presidente USA, se aggiungiamo i tanto discussi "brogli", forse qualche domanda dovremmo porla a chi di dovere.
E strano infatti che non se ne parli... In Italia e le poche informazioni che trapelano, arrivano dei Social, dove l'approssimazione e' elevata.
Per quanto riguarda L'Italia, che certamente sconosce il significato di "brogli", (forse perché e' la normalità?) non se ne parla proprio...
Una attenta riflessione, va poi fatta, passando ad un argomento che desta forte preoccupazione, alla strana e gridata guerra, che sembra stia scoppiando, ma che sembra sempre più volere il Presidente Biden, e non il popolo americano, oltre che alcune aree anglosassoni le quali forse hanno interessi diversi che non la pace.
Preoccupante e forse significativo il silenzio di chi potrebbe mediare, come fece anni or sono un suo predecessore in una analoga situazione.
Alzare continuamente il livello di tensione contro la Russia, che non ha nessun interesse ad una guerra, lascia il tempo che trova, se non fosse che basta un attimo per innescare il meccanismo del non ritorno.
Il sottomarino americano che invade le acque territoriali Russe e, "cacciato in malo modo" dalle navi Russe, la dicono lunga di come ...
Certo, la verità sullo specifico caso, viste le diverse comunicazioni, non le sapremo mai...
Tuttavia, tanti spunti di riflessione possono esserci.
E l'Italia?
Il richiamo in patria dei nostri connazionali... La dice lunga, specialmente perché sembrerebbe che chi decide abbia nel tempo dato prova di conoscenza geografica... Un po' approssimativa, quindi non perfettamente a conoscenza delle cause dell' eventuale conflitto.
Forse, la lezione non andava studiata a memoria, ma occorreva elaborazione e sintesi?
Quindi, una guerra che siamo convinti e lo speriamo con tutte le nostre forze, non avverrà, ma pur sempre a fortissimo rischio.
Ma ritornando alla notizia, se fosse stato rieletto Trump come Presidente USA, pensate che saremmo a questo punto?
Presidente certamente duro, burbero, ma... Molto attento a creare tutte le linee di dialogo, dirette o collaterali, per trovare le soluzioni, tanto che... Ha sempre deluso i guerrafondai, gli stolti e gli ignoranti, che magari avrebbero voluta una guerra con la Corea e così via, e... chissà, forse anche contro Putin...
Sguardi duri tra loro, certo, ma interessi determinati per la sicurezza delle reciproche nazioni, oltre al rispetto tra di loro necessario e sufficiente, per i ruoli che ricoprono.
Quindi un Presidente che si sarebbe guardato dal minacciare una guerra.
Un po' diverso da quel Presidente, pur premiato con un Nobel per la pace e di cui l'attuale sembra essere la protuberanza, che forse di guerre...  di cui una di fronte all'Italia, ne ha fatte un bel po'.
Chissà come finirà? rimaniamo in attesa.
(Ettore Lembo)
14/02/2022





Torna ai contenuti