GERMANIA E FRANCIA.... - ETTORE LEMBO NEWS

Title
Vai ai contenuti
A Germania e Francia
è sempre concesso tutelare
i propri interessi senza essere
accusati di Nazionalismo?

La Germania, così come anche la Francia, sembra sia concesso farsi sempre gli "affaracci propri", a prescindere da cosa, quindi forse anche dai trattati europei, dove l’interpretazione spesso sembra essere di parte.
Non è la prima volta che accade, Diventa maggior mente tangibile quando si parla di immigrazione clandestina, dove ad esempio Navi, non certo quelle battenti bandiera Italiana, dopo aver "prelevato" immigrati dalle parti delle coste libiche, si dirigono sempre verso la Sicilia, in Italia, e mai verso la Francia o la Germania. Succede facilmente oggi, ma anche ieri, quando i comandanti delle navi sapevano che non avrebbero potuto accedere al porto se non per reale pericolo. Infatti, pur di creare uno scontro con l’Italia, rimanevano nei pressi delle coste italiane diversi giorni, fino a creare quelle situazioni di pericolo umanitario e forzare così i porti Italiani. Tempi che avrebbero giustificato una navigazione più lunga verso la Francia o la Germania piuttosto che tenere in condizioni precarie i malcapitati.
Motivazioni umanitarie, quindi quelle fornite da "certi" politici, e da tanti "capi partito" sostenuti da giornalisti prodighi a fare propaganda contro i tantissimi cittadini Italiani fortemente contrari a queste “invasioni”.
Allo stesso modo, anche la Francia, interpreta a pare suo convenzioni e trattati, infatti conosciamo bene come ci  hanno restituiti gli immigrati che oltrepassano i confini, o che pur essendo arrivati chissà come nei loro territori, trovandosi nelle vicinanze dei nostri confini danno per scontato che provengano da noi. Non dimentichiamo tutte quelle volte che le forze armate francesi sono entrate nei nostri territori, senza permesso e senza alcun preavviso, per di più armati, consegnandoci in modo forse poco "civile" i presunti clandestini.
Fatti che per un normale stato che si rispetti sarebbero stati interpretati come dichiarazione di guerra.
Così, ci incuriosisce conoscere il pensiero dei politicanti e degli stessi giornalisti, sempre presenti nei vari salotti televisivi, davanti al conclamato egoismo della Germania, negli ultimi giorni e di cui non sembra si parli.
Infatti la Germania sembra abbia tagliato i flussi di gas diretti all'Europa, tanto che Berlino ha riempito gli stoccaggi al 75% con due settimane di anticipo ma ha ridotto i flussi verso i partner.
Come riporta l'Huffingtonpost in un articolo di Claudio Paudice del 17 Agosto 2022.
Tra l’altro, sembra che il vicepresidente della FDP, forza liberale di governo, Wolfgang Kiubicki, abbia chiesto ufficialmente che possa essere aperto Nord Stream 2. Dopo la vicenda della turbina proveniente dal Canada, se si aggiunge questa notizia, si ha l’impressione di trovarsi davanti una forma di resa senza condizioni della Germania alla Russia. Forse questo può essere giustificato per tenere i tedeschi al caldo e far andare avanti l’industria?
Ed il resto dell’Europa? Compresa l’Italia che si è schierata contro la Russia per volontà di burocrati governanti e governativi, oltre che di politicanti lontani dal popolo ma incredibilmente legati alla Commissione Europea, a Biden ed alla la NATO?
Possiamo chiudere le poche aziende rimaste e tenere al freddo i nostri cittadini?
Tra l’altro sembrerebbe che, secondo alcune fonti, Berlino abbia cessato ogni aiuto militare a Kiev.
Forse qualcuno ha rispolverato il detto "Mors tua vita mea" con buona pace del politicamente corretto?
Oppure è un detto che può andare bene solo alla Germania?
Quindi, la Nobile Germania può permettersi questo comportamento Egoista a discapito di vari stati Europei, tra cui l'Italia?
Chissà se qualche politicante avrà voglia di rispondere o... è troppo impegnato a "battibbeccheggiare"* con qualche altro politicante di opposta fazione, in una finta contrapposizione per poi riunirsi nella nuova grande ammucchiata generale che sembra essere prevista dopo la discutibile consultazione elettorale?
Tanto chi paga, è il cittadino semplice, specialmente se Italiano, che a fine anno vedrà la bolletta dell'energia salire di tre o quattro volte rispetto l'anno precedente, con grande soddisfazione di Putin, cui tutti dicono di voler far guerra, che ringrazia per le sanzioni che qualche benpensante gli ha voluto imporre…
Infatti, secondo una stima del Ministero dell'Economia di Mosca in un documento visionato dall'agenzia Reuters, si prevede che quest'anno il prezzo medio delle esportazioni del suo gas arriverà a toccare i 730 dollari per mille metri cubi, più del doppio rispetto ai risultati del 2021.
Chissà a questo punto chi è che specula....
Ettore Lembo
20/08/2022

•             Battibbeccheggiare, vocabolo coniato da battibecco, diverbio; e beccheggio, movimento oscillatorio di galleggiamento. Tipico di chi vuol dare l’idea di essere in contrapposizione ad un altro galleggiando avendo la stessa visione.
Torna ai contenuti