DARE OSPITALITA' AD "Ignoto Uno". - ETTORE LEMBO NEWS

Title
Vai ai contenuti
Dare ospitalità a
Ignoto Uno

Immagine fonte adnkronos
ed alle Sue Pillole di Saggia Riflessione, e' un onore, oltre che un piacere.
Colgo l'occasione, nel dare il giusto spazio di attenta riflessione, per rilevare e fare rilevare che l'appello della della Dr.ssa Schiliro', che e' perfettamente in tema, dovrebbe trovare la giusta accoglienza presso tutti coloro che ritengono di voler fare chiarezza proprio sui vaccini.
Un confronto pubblico, tra cattedratici, potrebbe essere determinante, soprattutto oggi.
Ma torniamo a ciò che ci scrive Ignoto Uno.

"Egregio direttore, la ringrazio se vorrà ospitarmi per darmi la possibilita' di esprimere  solidarietà e stima nei confronti del professor Cacciari, oggi sotto attacco da parte di un mondo che ritengo essere in seria confusione.
Il professore, per quanto a me noto, in questi anni di COVID, ha espresso molte preoccupazioni in ordine ai vaccini, riportando voci contrastanti di scienziati sulla loro efficacia e sui rischi di danni collaterali che, detti vaccini, potrebbero causare al corpo umano. Conseguentemente, mi è capitato spesso di sentirlo in molte trasmissioni televisive, dove ha espresso il desiderio di vedere intervistati anche scienziati di chiara fama, e portatori di un pensiero opposto rispetto a quello di coloro che reputano questi vaccini sicuri e positivi.
Altrettanto coerentemente, il professor Cacciari ha anche espresso, almeno così ho memoria, dubbi in ordine ai vari Green pass come strumento coercitivo finalizzato ad obbligare la popolazione italiana a vaccinarsi.
Oggi il professor Cacciari dichiara una cosa semplice. Da uomo di cultura e di etica afferma una cosa un tempo ovvia,  cioè che le leggi si rispettano.
La democrazia si difende da dentro.
Si difende rispettandone il valore. Le norme si combattono, allorquando ritenute errate o vessatorie, attraverso le Istituzioni.
La cosiddetta disobbedienza civile può essere una delle opzioni per dimostrare la propria opinione, ma non è, ne può essere, un obbligo.
Chi reputa avere il diritto di obbligare l’altro a difendere le proprie opinioni, utilizzando il metodo che lui reputa “unico”, si dimostra uguale a chi vessa il cittadino attraverso il potere della norma.
Infine, egregio direttore, mi permetta di esprimere il mio cordoglio per l’improvvisa scomparsa del Presidente Sassoli e del dr Biscardi.
Uniti da una morte prematura e dal chiacchiericcio di chi non ha il senso del silenzio di fronte alla tragedia.
A chi può, la supplica di rendere noti i documenti che possano fermare questo rumore non consono al dolore di chi ha voluto bene a chi non c’è più’.  Certo che lo Stato interverrebbe se queste, come ogni altra morte, fosse ammantata da lati oscuri."
Ignoto Uno

Torna ai contenuti