DRAGHI "SCARICATO" - ETTORE LEMBO NEWS

Aiutaci con la tua DONAZIONE
Title
Vai ai contenuti
Draghi,"Scaricato"
da una parte di America

insieme all'Europa, tenta di rilanciare Biden  creando il "Global Health e Finance Board"?
Che la dittatura sanitaria, imposta in Italia, toglie ogni libertà di scelta e cancella ogni diritto umano, ma è forse l'avvio di una generalizzazione per la sottomissione globale, lo si potrebbe evincere dalle parole premier Mario Draghi intervenendo al 'Global Covid-19 Summit', a margine dell'Assemblea generale dell'ONU.
Gli avvenimenti e gli accordi che sembra abbiano indebolito la NATO e posto le basi di un nuovo patto per il controllo del Pacifico, escludendo l'Europa, ma non certo l'Inghilterra, che invece si è legata al nuovo patto, sembra aver spiazzato tutti quei personaggi che credevano in una politica dove l'Europa potesse giocare un ruolo di rilievo.
In particolare Draghi e Macron, guarda caso gli esponenti principali e fautori di una "dittatura sanitaria" imposta senza precedenti, che sembra togliere alla popolazione ogni diritto e ogni dignità, giustificata da una discutibile e discussa emergenza sanitaria.
Tutte da interpretare quindi le parole del nostro "SuperMario".
Parole tese forse a cercare di rilanciare il ruolo di una Europa agonizzante, divisa, non voluta da nessuno, se non che dai poteri delle banche e dei banchieri.
Una Europa che ha creato differenze e divergenze, con fortissime discriminazioni tra gli stati nel suo interno.
Una Europa che ha diviso sempre più i vari stati, favorendone alcuni e distruggendo il tessuto produttivo, culturale, sanitario ed economico di altri.
"Noi siamo pronti a triplicare i nostri sforzi" nella donazione di dosi dei vaccini. "Entro fine anno doneremo 45 milioni di dosi" ai Paesi più poveri. Lo dice il premier Mario Draghi intervenendo al 'Global Covid-19 Summit', a margine dell'Assemblea generale dell'Onu.
Parole di chi sembra cerchi di conquistare una posizione di "primariato".
Cui seguono proclami che lasciano intravedere forti abbandoni da parte di chi ad oggi ha fatto credere di essere il "tutore" del mondo.
"La cooperazione globale è essenziale per permettere che finisca quest'emergenza pandemica e per prevenire le emergenze sanitarie", "Uno dei punti deboli nella risposta globale alla pandemia è stato l'insufficiente coordinamento tra autorità sanitarie e finanziarie. Come presidenza del G20 noi vogliamo istituire il 'Global Health e Finance Board" che "potenzierà la cooperazione globale nella governance e nel finanziamento per la risposta e la prevenzione alle pandemie", afferma inoltre Draghi intervenendo al 'Global COVID-19 Summit'. Il Board "supporterà la collaborazione tra il G20 e l'Oms, al Banca Mondiale ed altre organizzazioni internazionali. Noi accogliamo la proposta americana di un Fondo finanziario intermediario", aggiunge. "Lasciatemi nuovamente ringraziare il presidente Biden per la sua leadership nel promuovere questo evento - prosegue - Certamente il G20 a Roma partirà dai risultati di oggi".
Conclude poi, "La salute è un bene pubblico globale e deve essere preservata ovunque", dice il premier, aggiungendo che "il vertice globale sulla salute (Global Health Summit), tenutosi lo scorso maggio a Roma, è un buon esempio di ciò che un multilateralismo efficace è in grado di produrre. I Paesi e le aziende farmaceutiche hanno promesso dosi di vaccini e finanziamenti in favore dei Paesi vulnerabili. E nella Dichiarazione di Roma ci siamo impegnati a rispettare una serie di principi comuni per essere meglio preparati ad affrontare la prossima minaccia sanitaria".
Certo, parlare di salute... "ECONOMICA" globale, senza prima affrontare tutte le divisioni sociali, culturali, e togliendo ogni sfruttamento che ben conosciamo tra i vari stati e continenti, sembra parlare del nulla, condendo tutto con grandi parole "di effetto."
Dopo lo sfruttamento dei territori, con la sottomissione dei popoli, oggi si strumentalizza la salute, per il controllo della popolazione globale, dopo i test locali?
Ma chi sarà il vincitore di questa guerra dove le armi sono i soldi?
Intanto c'è chi gioca la partita creando il "Global Health e Finance Board"?
(Ettore Lembo)
23/09/2021

ETTORE LEMBO NEWS
Torna ai contenuti